sabato 20 agosto 2011

Tenerife Surf n Turf

Tutto inizia con quella voglia repressa per qualche mese. Da quando sono rientrato dal surf trip lungo le coste americane e soprattutto Hawaiane, ho potuto far mente locale sul significato di uscire in mare….aspettare l’onda giusta…e darle la corsa che merita. Come una persona normale, mi sono state assegnate le ferie….il che già mi fa sorridere. Non che ci sia qlcsa di strano in tutto ciò, ma mi sto divertendo a fare il lavoro che faccio ed agosto è arrivato in un attimo. Sono stati mesi intensi, di amicizie riprese, ore ed ore spese a creare e restrutturare un habitat sereno dove poter passare il tempo che non dedico agli altri. Nonostante tutto, quando mi vengono comunicate le date nelle quali posso disporre del mio tempo senza un limite di orario lavorativo….mi ritrovo davanti al computer con la mia fantasia, in completa solitudine. Una sensazione mista a nostalgia, adrenalina, felicità e tante piccole considerazioni.


Quando mi ripetevo insieme a Davide che tanto una volta tornati nn sarebbe cambiato nulla dell’Italia che ricordavamo….avevamo ragione, infatti: stessi politici, scandali, informazioni che aizzano le paure della gente e la gente che reagisce ancora sempre allo stesso identico modo….all’italiana. Vorrei dire al fratello surfista e a tutti i viaggiatori con i quali ho scambiato opinioni negli ultimi anni, che è tutto vero quello che abiamo sempre pensato….tranne per il fatto che anche la vita dei nostri amici a casa è andata in qualche modo avanti, senza di noi. Il tempo è passato, noi lo abiamo vissuto i un certo modo, coltivando nuove passioni e rendendo il nostro percorso lastricato di sogni realizzati, e mentre tutti mi dicevano che a casa era tutto solito, i miei amici hanno comunque saputo realizzare i loro di desideri. Dopo otto anni che nn vivevo nel luogo in cui sono nato, mi rendo conto che la ricerca dei miei perché, mi hanno portato in direzioni diverse da molti di loro…con destinazioni ancor più distanti. Rientro in Italia con la voglia di spendere ogni secondo del mio tempo libero a incontrarmi con le persone con cui sono cresciuto….e mi rendo conto che in mezzo ho voglia di rivedere chi ho incontrato nei miei viaggi, di ospitare amici provenienti dai più disparati angoli del mondo, di andare a trovarli e magari spendere del tempo con qualche ragazza. E’ ciò che faccio….ma mentre sono sempre li a fissare il computer con il cursore di google che lampeggia e il profumo della pioggia che entra dalla finestra che da sul cortile….penso a quanti amici avrei potuto invitare a fare un po’ di baldoria in vacanza….

Quelli sposati….fidanzati….passioni diverse….con figli…..troppo tranquilli….non gli piace l’acqua….nn piaccio alla fidanzata….wow…..tutto è cambiato da otto anni fa!!!!

Durante i week end non ho nemmeno il tempo di respirare da quante persone hanno ed ho voglia di vedere, sempre tremila cose d fare….per le vacanze non riesco a trovare nessuno che mi si addica…e mi rendo conto di essere diventato intransigente, di avere delle abitudini diverse dalla stragrande maggioranza….perchè poi io voglio sedere li, sulla mia tavola con disegnate le carte da gioco e fare un poker col mare….ho voglia di immergermi in acque limpide ed esser risucchiato nella pancia di nettuno. Ho voglia di far footing presto la mattina e poi far tardi la sera e qualche volta tornar un po’ storto dall’alchool per dormire tre ore e poi andare direttamente a surfare e sentirmi come nuovo appena passo sotto alla prima onda.

Mando qualche messaggio su facebook pubblico uno status felice….ho i miei tre o quattro commenti immediati che mi rendon felice e fanculo tutto….non c’è altro posto in cui vorrei stare che non sia l’oceano….ma non ho grandissime disponibilità al momento quindi scorro le destinazioni della Ryanair e bada boom: Portogallo o Tenerife…..controllo i surf camp ed i costi degli appartamenti….le previsioni per le onde di agosto….sembra che la situazione sia piuttosto tranquilla in tutti e due i posti, il grafico da un po’ più perturbato vicino alle Canarie…e quindi Tenerife sia.

Nelle due settimane d’attesa mammina si aggiunge al trip dato che avremo cmq dovuto andare a Valencia da programma…l’idea ormai nn mi spaventa più, dopo averla fata scorrazzare x l’Australia ed averla sistemata a guardarmi davanti alle onde atomiche dell’Indonesia…è vaccinata e pronta alla partenza.

Il posto…turistico…gli unici hilights…un paio di paesini di montagna e un rstorante al quale ci abboniamo….senza contare il tax free che ci permette di regalarci un po’ di elettronica a basso costo. ONDE…..forse nettuno ad agosto è andato in ferie anche lui….mi ritrovo ad aspettare 3 piedi d’onda x 3 o 4 gg e poi finalmente oggi, nel mio ultimo giorno qui, come al solito sono passato davanti al mio spot preferito e cazzo avevamo un metrino e mezzo di onda piena dall’alta marea che rompeva dritto dritto du un mucchio di rocce ed alghe….

Riscopro finalmente quell’energia che spiega ogni volta il perché amo questo sport….onda dopo onda, sensazione dopo sensazione non c’è spazio x nessun altro al momento nella mia vita, l’oceano è tutto attorno a me.

Insieme a qualche surfista locale mi son sputtanato al massimo tra sorrisi e complimenti accennati dal solo sguardo….fino a che uno di loro mi raggiunge e mi chiede se perfavore gli faccio prendere qualche corsa xchè ero praticamente su tutte le onde…..rido e chiedo scusa….“ma sai mate…avevo degli arretrati!!!!”