sabato 17 settembre 2011

Sei mesi e ventiquattro giorni di New Zealand 2

-Queenstown e dintorni-

Queenstown ha il sapore del vento che proviene dalle nevi, ha il sapore di gente con il sorriso, di vacanza. Ha il sapore di sospiro di solievo e relax ma nello stesso tempo di party e baldorie. Ha il sapore di legna nel camino, di mille bar e club differenti. Ha il sapore di birra, Gin e Jagermeister. Ha il sapore di ospitalita', fretellanza, e divertimento. Ha il sapore di Queenstown, citta' che crea dipendenza e dal quale non vorresti piu' andartene. Devo ammettere che il tutto e' stato stupendamente contornato da persone speciali come Ben, Ima e Nick (amico di infanzia di Ben trasferitosi li per lavoro) che hanno saputo come sempre garantire sano daivrtimento e ottima ospitalita'. La settimana e' volata veloce tra una visita ai parenti di Ben, una giornata all'insegna della fotografia, la spettacolare esperienza di 5 ore di sciata notturna e tanto bel vivere. Mi soffermo un secondo perche' ancora una volta sento che devo dei meritati ringraziamenti alla famiglia Hardie per avermi darto l'opportunita di usufruire dell'appartamento e infinite grazie a Ben ed Ima, e' stato davvero un piacere trascorrere queste vacanze con loro. Davvero una bella settimana. La domenica pomeriggio il bro e la sister sono rientrati in patria e io ho avuto un po' di tempo per me e i miei progetti. Non so spiegarmi bene come o perche' ma sono improvvisamente scivolato in uno strano buco, un buco pieno di pensieri, preoccupazioni e mancanza di un concreto appoggio. Un buco profondo pieno di solitudine, dubbi e insicurezze e li ho trascorso due intensi giorni immergendomi in paranoie mai avute prima, arrendendomi e perdendomi in meditazioni banali e sterili consumando troppa energia positiva tale da ridurmi a trovarmi in macchina, nel buio piu' totale, con il cuore gonfio e la voglia di essere altrove. Ed e' proprio li, seduto su quel filo, pronto a lasciarmi cadere che qualcosa e' successo. Dopo una notte di sogni assurdi mi sono svegliato diverso. Energico. Sono velocemente riuscito a rifocalizzarmi sul reale e aprendo gli occhi mi sono reso conto di quanto gli amici veri, anche se lontani, sono sempre comunque dentro di me, ho realizzato di quanto mia madre sia davvero potente e di quanto la mia famiglia mi valorizzi. E' stato come un risveglio. Osservando intorno ho percepito la serenita' del riflesso dei monti sul lago, l'energia di una coppia di anziani mano nella mano, il canto degli uccelli in sfondo e i brividi del soffice vento sulla pelle. Tutto era tornato. Mi sono guardato da fuori: chi sono, come sono e il cammino che sto percorrendo. Ho sorriso, mi sono scusato con me stesso e con le persone a cui ho recato danno, ho ringraziato di cuore chi spiritualmente mi ha aiutato, mi sono rialzato e ho ricominciato a vivere davvero.



Martedi 06 settembre alle 9:40 del mattino ero seduto su una panchina del molo in citta'. Parlavo con un cane che si aggira spesso da quelle parti, bell'animale, pelo bianco e nero, faccia furba e sguardo umano ed accarazzandolo chiedevo suggerimenti sul domani. Paulo Coelho nel "Manuale del guerriero della luce" dice che gli Angeli si servono della bocca del prossimo per darci consigli ed io ho tentato con lui ma non ha proprio funzionato quindi, come sempre, ho seguito il mio istinto il quale mi ha suggerito di vivermela questa vita, che i soldi sono solo un simbolo e che la ricchezza di un uomo si misura dalla sua generosita', lealta', dal rispetto e dal coraggio di viversi l'istante e cosi io sono andato. Queenstown Tattoo studio. Dopo due ore e mezzo sotto le artistiche mani di Deno, che ha saputo trasmettere perfettamente i suoi 15 anni di esperienza, un altro step della mia personale opera era stato compiuto. Sotto la mia pelle una Sting Ray. Un marchio per ricordare per sempre. Una memoria di esperienze di vita uniche e irripetibili. Una memoria che significa valori fondamentali come famiglia e amicizie ma anche solitudine e sudore. Sting Ray, un simbolo che significa forza e indipendenza ma anche unita' e gruppo, un simbolo di determinazione e lealta', eleganza e purezza di spirito. Un segno d'acqua in onore a Nettuno e alle sue onde. Sting Ray, un essere magico che vola nelle profondita' con perfezione, uniformandosi con la Natura circostante. Un simbolo di crescita, sviluppo e ricerca di obbiettivi valorosi. Un tattoo che porto con profondo onore e rispetto verso la cultura Maori e che ricordera' per sempre momenti di questa spettacolare esperienza che e' la vita.
Queenstown Tattoo -specialist freehand Ta Moko design [ straton house beach street Queenstown N.Z.
queenstowntattoo@hotmail.com
Dopo aver ringraziato e salutato Nick, carico di energia come una bomba atomica, mi sono messo alla guida. Recuperate motivazione, positivita' e voglia di vivere ero pronto ad essere accolto, nel viaggio di ritorno, dalla grande West Coast.


- Queenstown and around it-

Queenstown has the taste of the wind coming from the snow, the taste of people with a smile, of holiday. It tastes like relax but at the same time parties and fun. It tastes like wood in the fireplace, of thousand different bars and clubs. It tastes like beer, Gin and Jagermeister. It has the taste of hospitality and family. It tastes like Queenstown, a city that make you addicte to it and you don't want go away anymore. I must admit that everything was beautifully surrounded by special people like Ben, Ima and Nick (Ben's childhood friend who moved there to work) who have always known how to ensure a healthy and excellent hospitality and special fun. The week run fast between visits to the relatives of Ben, a day of photography, the spectacular experience of 5 hours of night skiing and lots of good living. I stop a second because once again I feel I have to thanks the Hardie family for give me the opportunity to share the flat and endless thanks to Ben and Ima, was as usual really a pleasure to spend this holiday with them. Really a good week. On Sunday afternoon, the bro and sister returned home and I had a little be of time for me and my projects. Well I can not explain how or why but I suddenly slipped into an strange hole, a hole full of thoughts, worries and missing of concrete support. A deep hole full of loneliness, doubt and insecurity and I've spent two days immersed in intense thinking never had before, to surrender and forfeit in the banal and sterile meditations consuming too much positive energy that reduce me to see me in the car, in the dark, with a heavy heart and the desire to be elsewhere. And it right there, sitting on that wire, ready to drop something  happened. After a night of crazy dreams I woke up differently. Energetic. I been able to quickly refocus on the real and opening my eyes, I realized how truelly friends, even if distant, are always within me, I realized what my mother is really powerful and how much my family belive in me. It was like wake up again. Looking around I felt the serenity in the reflection of the mountains on the lake, the energy of an old couple walking holding each others hands, the birds singing in the background and the soft wind chills on the skin. Everything was back. I looked myself from the outside: who i am, as i am and the way i choised. I smiled, I excused myself and the people I harmed, I sincerely thank who helped me spiritually, I raised and I started to live.
Tuesday 06 September at 9:40 in the morning I was sitting on a bench in the port of the city. I was talking to a dog that often is over there, handsome, black and white hair,  smart face and  human look and caressing  it i was asking advice about tomorrow. Paulo Coelho in the "Manual of the Warrior of Light" says the Angels are using the mouth of the next to give us advice and I tried with him but did not quite work then, as always, I followed my instinct which said to live hard this life, that money is only a symbol and that the wealth of a man is measured by its generosity, loyalty, respect and courage to live the moment and so i did it. Queenstown Tattoo studio. After two and a half hours under the artistic hands of Deno, who was able to perfectly show his 15 years of experience, another step in my own  art work had been done. Under my skin a Sting Ray. A mark to remember forever. A memory of life experiences unique and unrepeatable. A memory that means fundamental values ​​such as family and friends but also solitude and sweat. Sting Ray, a symbol that means strength and independence but also united and group, a symbol of determination and loyalty', elegance and purity of spirit. A sign of water in honor of Neptune and its waves. Sting Ray, a magical animal who flies in depth with perfection, conforming with the surrounding Nature. A symbol of growth, development and research and brave tasks. A tattoo that I carry with deep honor and respect for Maori culture and remind forever moments of this amazing experience that is  life.
Queenstown Tattoo Freehand Ta Moko-specialist design [straton House Beach Street Queenstown NZ
 

After thanking Nick for the company and the ospitality, full of energy like an atomic bomb, I started driving. Retrieved motivation, positivity and life I was ready to be accepted, on the return journey, from the great West Coast.