domenica 20 settembre 2009

Di nuovo al lavoro...

Trovato il lavoro alla farm, abbiamo cominciato di gran carriera. Alberto soprannominato dagli amici di Perth: Princess, dopo tre giorni di impacchettamento sedano, stoccaggio broccoli ed insacchettamento lattuga, tiene testa senza problemi a Germano Mosconi (v. youtube). Davide si sta attrezzando per comprare un lanciafiamme da usare sui fragilissimi sacchetti del sedano e sul mulettista malese da cui bisogna prendere ordini. Il quadro si conclude pensdando a camionisti australiani, agricoltori mezzi italiani e lavoratori malesi, cinesi e indiani...condisci il tutto con un mix di facce stanche, sorrisi sinceri, chiaccherate infinite sui luoghi migliori dove trovare prostitute e lunghissimi discorsi sull'organo genitale femminile, il tutto in italomalestraliano....
Si comincia alle sette del mattino a sballottar dei vegetali e fino alle 4-5 nn si e' finito. Dopo quell'ora io e David siamo soli, con le chiavi della farm e campi sterminati attorno a noi. Fortunatamente abbiamo cucina, Tv (con un solo canale), doccia ed un buio che ci si vede di piu' se si chiudono gli occhi e si va ad immaginazione.
Ovviamente chi non conosce la legislazione Australiana in materia di rinnovo visa, potrebbe essere un po' sorpreso del lavoro che stiamo facendo. Purtroppo il governo australiano ci impone di lavorare in zone particolari del territorio in cui si necessita' di manodopera. Le aree sono definite da dei post code che potrete trovare sul sito dell'ambasciata australiana, alla voce Rinnovo Working Woliday Visa.
Il periodo che vieni richiesto e' di 90 giorni lavorativi. Non e' difficile trovare impieghi di questo genere, solitamente qlsaisi ostello e' in grado di fornirvi informazioni a riguardo. ci sono inoltre agenzie che organizzano e procurano lavori stagionali di questo genere. Una di queste a cui noi ci siamo appoggiati e':
Il modo migliore per procacciarsi un lavoro del genere e' cmq fare un giro di telefonate alle farm che trovate cmq su internet o andare direttamente a proporvi nel mentre del vostro viaggio. Noi abbiamo sentito parlare di persone che hanno lavorato x tre settimane e hanno cmq ricevuto la carta x i tre mesi, ma personalmente credo che la maggiorparte degli australiani vi guardera' con occhi straniti se mai gli chiederete qlcsa del genere. Ovviamente ogni esperienza e' a se stante e difficilmente giudicabile.
Avendo il telefono ed internet reperibili solamente nel week end, ci scusiamo con tutti quelli che provano a contattarci senza successo...ma in tutta sincerita', ci godiamo anche questi momenti di isolamento puro che ci mettono in contatto con quell'io piu' puro che tante volte nn siamo piu' abituati ad ascoltare, e con il quale ogni tanto e' giusto fare i conti.
L'esperienza continua...nonostante le distanze, le difficolta' e gli alti e bassi...continuiamo ad innamorarci, incontrare persone nuove, imparare dai nostri istinti e assaporare quel lato della vita che probabilmente la situazione che ci siamo creati ci permette di vivere.