giovedì 21 maggio 2009

Albertino the sailor man!!

Vento stabile sui 24-26 nodi, mare quasi piatto di fronte alla metropoli. Tempo variabile ma soleggiato..il giorno perfetto x la mia prima regata australiana.
Un negroni servito bene al bar, due chiacchere con un cliente ed il solito fiume di parole tipico dell'agente di commercio, questo è bastato x far scattare l'invito ad unirmi ad uno dei team partecipanti al campionato invernale di Williamstown (Melbourne). Jeff l'armatore, è un imprenditore nel campo delle calzature, possiede un paio di barche a vela, una per i viaggi di famiglia ed una x le piccole tratte e x le regate. Ci ritroviamo in barca di 15mt in 5 anzichè 7 come di solito è composto l'equipaggio, la cosa particolare è che solamente uno di noi faceva già parte del team ufficale, gli altri sono tutti perfetti sconosciuti. Ovviamente tutti molto bravi e con grande esperienza, più di qlche Sydney-Hobart alle spalle e decine di regate costiere, carini e premurosi, mi hanno comunque un pò messo alla prova e fatto sudare, ma x fortuna c'era un neozelandese con noi che, come me, si era spacciato x un Soldini, ed invece si era rivelato poi una mezza bufala, al contrario di me che una volta piazzato al winch ho fatto il mio dovere di Trimmer con risultati dignitosi. L'unico problema fondamentale è stato all'inizio quando ho appoggiato i piedi in barca e mi sono reso conto di sapere benissimo la funzionalita di tutte le cime ed apparecciature varie, ma di non conoscerne i nomi in inglese. Dopo un'ora di riscaldamento alle manovre sono riuscito ad assimilare i termini principali che mi permettevano di sopravvivere e di nn farmi schiaffare a mare dagli infoiati della vela.
La prima volta che Jeff mi ha gridato "Alberto ready for a Tac?" Io l'ho guardato con due occhi leggermente straniti dicendogli che i controlli li avev già fatti tutti e che nn avevo bisogno di fare la Tac....al massimo un esamino del sangue...
Una volta compreso che la Tac è una semplice virata, mi sono rilassato un pò riuscendo persino a divertirmi. Dopo quasi 3 ore di vele spiegate, abbiamo acciuffato il 3°posto nell'ultimo mezzo miglio prima dl traguardo. Jeff è rimasto talmente sorpreso del risultato che si è persino offerto di pagarci le spese, i pranzi ed i trasporti x partecipare ad altre regate sulla sua imbarcazione (tranne che al neozelandese che era stato gettato a mare ore prima).
Anche qui in Australia, le ragate sono abbastanza competitive anche ai bassi livelli, i due yacht club di Williamstown insieme a quello di S. Kilda, rappresentano quanto di meglio Melbourne possa offrire inquanto ad organizzazione e servizi portuali.
Per chi volesse provare a salire a bordo, con un pò di esperienza nn è difficile trovare un ruolo, solitamente dentro ai bar degli yacht club vi sono delle bacheche in cui si trovano ottime oportunità x regatare, altrimenti si può pagare una piccolissima quota e prenotarsi x salire a bordo delle barche scuola che regatano regolarmente spesso anche ospitando persone senza alcuna esperienza. D'estate vi sono regate tutti i mercoledi e sabato e d'inverno solamente ogni secondo sabato del mese. Take it easy guys e buon vento a tutti!!!!